Home page - Sito web ufficiale

locandina 2020_jpg

Malattie ed epidemie nello Stato Pontificio

L’attuale periodo storico dovuto all’emergenza sanitaria da Covid - 19, che sta sconvolgendo il modo di vivere dell’uomo moderno, in ogni angolo del globo, con conseguenti angosce, paure, preoccupazioni per le proprie vite e per quelle dei propri cari, ci fa comprendere meglio ciò che accadeva nei secoli passati allorché anche i nostri avi si sono trovati ad affrontare malattie ed epidemie spesso sconosciute.

Nel passato, pur se i rapporti interpersonali e le comunicazioni non erano minimamente paragonabili a quelli odierni, le epidemie colpivano più lentamente ma, comunque, inesorabilmente quelle società arcaiche scombinandone l’ordine. I provvedimenti, però, e le azioni dei governanti atti a prevenire il contagio e tutelare la salute pubblica erano quasi gli stessi di quelli adottati oggi: controllo delle frontiere, divieto di libera circolazione, possesso di certificato sanitario, cordone sanitario, igiene della persona e delle cose, malati e contagiati sistemati in appositi locali a loro riservati, quarantena, divieto di assembramento, obbligo di vaccinazioni.

Questi sono gli aspetti che la mostra documentaria realizzata dall’Archivio di Stato di Frosinone, per l’evento Domenica di Carta 2020, mette in evidenza. Certo le conoscenze scientifiche ed i medicamenti attuali sono ben lontani dalle conoscenze ottocentesche che, quale rimedio, prevedevano per lo più fumigazioni e salassi per curare malattie sconosciute. L’esperienza passata, però, ci insegna che bisogna aver fiducia nella capacità di resistenza del genere umano e che qualsiasi epidemia, per quanto grave, è stata sempre superata dall’uomo nel corso della sua storia.

 Norme di sicurezza e modalità di fruizione: al fine di assicurare la tutela della salute del personale e dei visitatori è obbligatorio l'accesso alla mostra con i dispositivi di protezione individuali previsti. In particolare è obbligatorio dotarsi di mascherina. All'ingresso della mostra verrà misurata la temperatura e sarà presente il dispenser con gel idroalcolico per l'igienizzazione delle mani. Verranno rispettate le distanze di sicurezza e regolamentato l'accesso dei visitatori per evitare assembramenti.

AVVISO INDAGINE DI MERCATO IMMOBILIARE

Allegati


mascherina covid                       CORONAVIRUS - PROTOCOLLO DI SICUREZZA ANTI-CONTAGIO NEGLI AMBIENTI DI  LAVORO - Associazione Commercianti Albesi

Riapertura parziale al pubblico della Sala di Studio

L’Archivio di Stato di Frosinone dal 31 agosto riaprirà, in via provvisoria, il servizio al pubblico della Sala di Studio cinque giorni a settimana, dopo aver adottato un protocollo di misure anti-contagio per lavoratori, utenti e fornitori e aver riorganizzato gli spazi per contenere la diffusione del Covid 19 nel rispetto della salute dei dipendenti e degli utenti. L’accesso agli utenti, che dovranno essere muniti di mascherina e guanti, sarà consentito solo dopo la misurazione della temperatura corporea. La riorganizzazione degli spazi per il distanziamento fisico tra lavoratori e utenti, e tra gli stessi utenti, ha ridotto, evidentemente, la capacità di accoglienza della sala di studio che potrà ospitare solo due persone alla volta. Pertanto, si chiede, preferibilmente, la prenotazione al numero telefonico 0775871737 - 1 nei giorni e nelle ore sotto specificate. 

Lunedì       9,00 - 17,00

Martedì      9,00 - 15,00

Mercoledì   9,00 - 15,00

Giovedì       9,00 - 15,00

Venerdì      9,00 - 15,00

Direttore  Giulio Bianchini

RSS